Apnea Academy con Deep Inside – state of mind

Sabato 18 e Domenica 19 Febbraio a Milano con Gagliardi Rosarita e #deepinsideproject  conclusa la formazione  per gli IstruttoriApnea Academy con il modulo sulle tecniche di allenamento mentale.
La componente mentale nelle discipline sportive come l’#apnea#subacquea riveste un’importanza fondamentale sia per il raggiungimento della #peakperfomance che per la #sicurezza.
All’interno dei corsi Apnea Academy viene data grande importanza al#rilassamento e alla #preparazione #mentale e per questo motivo gli istruttori Apnea Academy vengono formati con conoscenze e competenze specifiche.
SICo – Società Italiana di Counseling
UMBERTO PELIZZARI (OFFICIAL)
#deepinsidestateofmind
#usailcervelloenonlachimica

PeakPerformance e alimentazione !

 

 

Anche con il 2017 continuo a presentare un’ altro straordinario professionista intervenuto al congresso “Peak Performance”, con il quale collaboro e che stimo oltre che per la sua straordinaria preparazione ed esperienza,  anche per la chiarezza con cui spiega concetti scientifici di fisiologia : Il dott. Nicola Sponsiello.  Egli ci spiega come funziona il nostro metabolismo durante una performance, perché sono allenanti gli stimoli stressanti e il riposo abbinati ad una corretta alimentazione.

 

Strategia e comunicazione nella “PeakPerformance”

Dietro ogni record e ogni campione una rete importante di strategie e di comunicazione.  In questo Talk e video al congresso “Peak Performance”, condotto da Marcel Vulpis di Sport Economy, scoprirete degli aspetti inediti dei record e dei campioni olimpici.

La sinergia tra sport , sponsor e media insieme a Umberto Pelizzari –  pluricampione e primatista mondiale di Apnea , Stefano Arcobelli  di Gazzetta dello Sport, Stefano Figini – pluricampione mondiale e primatista di Nuoto Pinnato  e Christian Zicche direttore Swimbiz.

Cosa passa nella testa di un atleta e i retroscena non conosciuti della storica sfida Olimpica tra Michael Phelps e Milorad Cavic : guarda il video

 

Le sfide di PEAK PERFORMANCE !

Il congresso Peak Performance è nato come sfida per proporre un modello innovativo che risponde alle esigenze di interazione, tra diversi settori e realtà,  che concorrono per il raggiungimento delle massime prestazioni. Per questo motivo è stato creato un’appuntamento d’eccellenza che ha visto la sinergia tra il mondo sportivo, aziendale e della ricerca scientifica.

Un’anno fa sullo straordinario palco di Lignano Sabbiadoro, ospitati dall’evento sportivo “Europe Evolution Cup” sono intervenuti 54 relatori composti da grandi campioni dello sport, massimi riferimenti della fisiologia, neurofisiologia ed endocrinologia mondiali e realtà aziendali internazionali che hanno fatto proprio un modello di team performantico improntato sull’innovazione, la relazione, l’etica, la sostenibilità e la creatività.

Ecco che l’idea nata da Rosarita Gagliardi, Pietro Enrico di Prampero , Guido Ferretti ha oggi creato le opportunità di confronto e sinergia tra diverse realtà e che ha portato all’attivazione di diversi progetti con il mondo aziendale e sportivo, nonché di ricerche scientifiche nel campo della performance.

Da oggi sul mio sito www.alessandrovergendo.com saranno messe in onda diversi videoclip relativi al congresso Peak Performance su argomenti attuali come il doping, l’importanza del lavoro di team , la preparazione mentale , metodi innovativi di preparazione fisica , il ruolo della ricerca nel futuro. Presenti campioni come Filippo Magnini, Umberto Pelizzari, Manuela di Centa, Mara Navarria, Stefano Figini, George Bovell , solo per citarne alcuni. Inoltre aziende come Arena, Technogym, Y-40, Goccia di Carnia, A.I.D.D.A. – Associazione Italiana donne dirigenti d’azienda.

Conduttrice del congresso la straordinaria Tessa Gelisio !

 

 

 

 

Deep Inside con SkiScubaSpace

I riferimenti dell’ambizioso progetto scientifico SkiscubaSpace per conto di ALTEC (Aerospace Logistics Technology Engineering Company e DAN Europe (Divers Alert Network Europe) mi hanno coinvolto in qualità di counselor SICo – Società Italiana di Counseling e istruttore Apnea Academy insieme a Rosarita Gagliardi di #deepinsideproject per la collaborazione a questa sfida.
Per questo motivo, questa settimana a Savona ho organizzato, in forma privata, un’ incontro con i riferimenti del progetto il dr. Danilo Cialoni e dr. Mario Benassai e alcuni dei professionisti, atleti e team di punta con cui collaboro. Questo incontro mette le basi alla collaborazione futura con il progetto scientifico “SkiScubaSpace”.

Il progetto che sarà condotto da fisici, ingegneri, medici, fisiologi ed esperti di altri campi di ALTEC e DAN Europe.

L’incontro è servito per verificare la possibilità di coinvolgimento dei professionisti di diverse discipline sportive, ognuno dei quali riferimenti autorevoli nel proprio settore. Il progetto di ricerca mira a studiare le risposte del nostro organismo quando lo sottoponiamo a performance di alto livello in ambienti estremi, contando proprio sul coinvolgimento di atleti di élite come modello di riferimento.

L’ obiettivo è quello di acquisire dati utili non solo per astronauti e subacquei ma anche per aspetti importanti relativi a particolari malattie e sulle attività nella vita terrestre in diversi settori ed ambiti.

Ogni atleta sarà monitorato durante diverse performance estreme tramite attrezzature all’avanguardia ed appositamente modificate per l’ambiente dove dovranno operare. Per questo motivo interverranno esperti dal mondo della fisiologia estrema, della neurofisiologia, della preparazione atletica e mentale, all’ingegneria, solo per citarne alcuni. Nasce così un nuovo modello di collaborazione: Lo sport al servizio delle ricerche negli ambienti particolari con esperiti del mondo subacqueo e spaziali ( già implicati in collaborazioni con NASA ed ESA) così il modo della ricerca sarà al servizio delle performance sportive.

ALTEC (Aerospace Logistics Technology Engineering Company) è una società pubblico-privata partecipata da Thales Alenia Space Italia e dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI).La Stazione Spaziale internazionale (ISS) è stato il primo settore di intervento nel quale si è sviluppata la sua attività. Oggi nella sede di ALTEC sono presenti due centri di controllo per la Stazione Spaziale, uno collegato alla NASA e uno all’ESA, tanto da far guadagnare alla società l’appellativo di “piccola Houston italiana”. Nell’ambito del programma ESA (Agenzia Spaziale Europea) di utilizzo della ISS, ALTEC ha la responsabilità dei servizi di addestramento degli astronauti, di logistica (ALTEC è il Centro Logistico Europeo)

Dan Europe e’ una fondazione internazionale senza finalità di lucro. Dal 1983, assiste i subacquei in difficoltà e conduce ricerche scientifiche per rendere l’immersione sempre più sicura. Oggi, grazie alla Dan, al suo team di ricercatori e alle strumentazioni usate sono state date risposte per rendere le immersioni, sia ricreative che in ambiente estremo, molto più sicure.

#usailcervelloenonlachimica
#peakperformance
#deepinsideproject

Deep Inside & Joint Research Center

Concluso il seminario a EU Science Hub – Joint Research Centre il Centro Comune di Ricerca più grande d’Europa a ISPRA.
Il JRC è una direzione generale della Commissione europea che fornisce un sostegno scientifico e tecnico alla progettazione, allo sviluppo, all’attuazione e al controllo delle politiche dell’Unione europea. A differenza delle università europee, è direttamente finanziato dall’Unione europea (è un servizio della Commissione europea), allo scopo di garantire l‘indipendenza delle attività di ricerca da interessi privati o dalle singole politiche nazionali, come condizione essenziale per perseguire la sua missione internazionale.
In questo contesto, incaricato dalla Commissione Europea, assieme a Rosarita Gagliardi con Deep Inside project ho tenuto una giornata di seminario sugli strumenti per performare nel lavoro e nella vita.
#usailcervelloenonlachimica
#deepinsideproject
SICo – Società Italiana di Counseling

Insieme alla Ricerca Scientifica

 

Con la collaborazione del progetto Deep Inside®, di Apnea Evolution a.s.d. e i propri  istruttori di Apnea Academy insieme ad un significativo numero di Apneisti soci, il team di ricercatori delle Università di Brescia e Ginevra diretti dal Prof. Guido Ferretti hanno portato a termine un’importante ricerca scientifica per verificare il comportamento e le modifiche fisiologiche portando i soggetti in condizioni estreme di performance. In questo caso abbiamo effettuato delle apnee statica a secco, cioè abbiamo trattenuto il fiato per il tempo più lungo possibile fuori dall’acqua. Le apnee fuori dall’acqua sono le più difficili in quanto viene a mancare completamente il riflesso d’immersione. La sperimentazione è stata condotta su apneisti evoluti e si è voluto verificare la corrispondenza tra l’inizio delle contrazioni diaframmatiche, alla pressione parziale di O2 e CO2 ( dunque le pressioni di questi gas nel sangue ) e la pressione arteriosa registrata durante le fasi di apnea.

Questo per capire se la partenza delle contrazioni diaframmatiche ( contrazione del muscolo diaframma che è il principale muscolo respiratorio che viene attivato nel momento in cui dal centro respiratorio del cervello arriva il segnale di respirare. Questo segnale in stato di riposo avviene circa 15 volte al minuto ) possono avere una correlazione anche con la pressione arteriosa del soggetto e non solo con quella dei livelli di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.

Da questa ricerca, dopo aver sottoposto i soggetti ad eseguire delle lunghe Apnee statiche massimali  senza ossigeno e con ossigeno ( rispettivamente dalla durata circa dai 5’ ai 15’ – minuti – senza respirare ) si evince che la stabilità e l’instabilità emodinamica corrispondono all’attivazione delle contrazioni diaframmatiche. Individuate le tre fasi di reazione fisiologica all’apnea dopo la seconda fase che ha una durata variabile da soggetto a soggetto anche in base al tipo di rilassamento che riesce a mantenere durante la fase,  nel momento in cui le pressioni parziali raggiungono un determinato livello e nel momento in cui la pressione arteriosa inizia a salire iniziano le contrazioni diaframmatiche. Si sono registrati valori di pressione arteriosa che passano da una fase due indicativamente intorno ai 130 – 140 alla fase delle contrazioni diaframmatiche che raggiunge picche di pressione arteriosa di 230 – 250.

Dati straordinari che andranno poi ad integrarsi ad una seconda ricerca già iniziata che verificherà ulteriormente, con l’uso di sondini,  il punto esatto delle contrazioni diaframmatiche e la composizione dei gas espirati al termine delle apnee.  Dal mio punto di vista, condiviso con quello dei ricercatori fisiologi e neurofisiologi, la prossima sfida poi potrebbe essere quella di verificare il comportamento del sistema nervoso e delle onde alfa e gamma in corrispondenza ai livelli di pressioni parziali e dell’aumento di pressione ematica.

Ogni dettaglio scientifico è scaricabile e leggibile su :  http://authors.elsevier.com/a/1TrPg5az7ow2XY

Onorato per questa collaborazione scientifica che continua nel tempo e con le Università e i ricercatori menzionati.

 

Deep Inside: il libro in e-book su Amazon

La nuova versione e veste grafica del mio libro “Deep Inside”  e’ disponibile da oggi  in e-book su Amazon.

Deep Inside® – Programma di allenamento mentale per lo sport, è stato concepito per essere semplice e pratico con una prima parte dedicata alla comprensione delle dinamiche psicofisiche e una seconda parte dedicata al suggerimento di un percorso di allenamento mentale.

Introduzione del grande pluriprimatista mondiale Umberto Pelizzari .

Un libro per tutti con  ricchi esempi ed esercizi pratici.

https://www.amazon.it/dp/B01LZC6XAW